Quinto quarto vino rosso Terpin

Quinto quarto vino rosso Terpin

Da vitigni Merlot, Cabernet Sauvignon.  Regione: Friuli Venezia Giulia. Gradazione: 13.0%.
Vinificazione: Fermentazione spontanea con lieviti indigeni senza controllo di temperature.
Affinamento: 12 mesi in acciaio e in bottiglia senza filtrazioni e chiarificazioni:
Filosofia produttiva: Vini fatti come una volta con metodi artigianali, senza solfiti aggiunti o minimi, lieviti indigeni.
Il Quinto Quarto rosso di Franco Terpin è un vino schietto e succoso, che fa della facilità di beva il suo punto di forza.

Franco Terpin è il gigante del Collio oltre che un vignaiolo vero, di quelli “che ce ne sono pochi”.

La vigna si sviluppa in pochi ettari a San Floriano del Collio, coltivati senza l’ausilio di alcuna sostanza chimica o di sintesi e quindi con il credo convinto di chi vuol dar vita a liquidi che rispecchino vitigno, annata e territorio.

Un lungo percorso di sperimentazione ha portato Franco a confrontarsi con leggende locali quali Josko Gravner e Stanko Radikon, fino a raggiungere una compiutezza stilistica di altissimo livello. Da bere e ribere.
Il rosso Quinto Quarto è ottenuto a partire da un uvaggio di Merlot e Cabernet Sauvignon, ed è un vino pensato per l’uso quotidiano.

La vigna viene lavorata in maniera artigianale, non subisce alcun trattamento e viene vendemmiata manualmente.

Nella cantina le fermentazioni avvengono spontaneamente solo grazie all’intervento dei lieviti indigeni.

L’affinamento avviene quindi in contenitori d’acciaio per 12 mesi e il liquido viene imbottigliato senza subire chiarifiche o filtrazioni. Puro succo d’uva!

Il vino Quinto Quarto Rosso irrora il calice con la sua veste rubina di netta intensità. Nettare pensato per la fruizione quotidiana, ne incarna in pieno le caratteristiche di succosità e spensieratezza. Il frutto è giovane e croccante, le spezie appena accennate, mentre appare sullo sfondo una parte vegetale quasi linfatica, che rinfresca sia l’olfatto che l’assaggio.

Grande freschezza e dinamicità in bocca, dove il liquido scorre quasi senza peso, richiamando a gran voce un’ulteriore sorso. Infine il rapporto qualità prezzo è quasi commovente per un vino dotato di un’immensa personalità.

Descrizione

Quinto quarto vino rosso Terpin

Da vitigni Merlot, Cabernet Sauvignon.  Regione: Friuli Venezia Giulia. Gradazione: 13.0%.
Vinificazione: Fermentazione spontanea con lieviti indigeni senza controllo di temperature.
Affinamento: 12 mesi in acciaio e in bottiglia senza filtrazioni e chiarificazioni:
Filosofia produttiva: Vini fatti come una volta con metodi artigianali, senza solfiti aggiunti o minimi, lieviti indigeni.
Il Quinto Quarto rosso di Franco Terpin è un vino schietto e succoso, che fa della facilità di beva il suo punto di forza.

Franco Terpin è il gigante del Collio oltre che un vignaiolo vero, di quelli “che ce ne sono pochi”.

La vigna si sviluppa in pochi ettari a San Floriano del Collio, coltivati senza l’ausilio di alcuna sostanza chimica o di sintesi e quindi con il credo convinto di chi vuol dar vita a liquidi che rispecchino vitigno, annata e territorio.

Un lungo percorso di sperimentazione ha portato Franco a confrontarsi con leggende locali quali Josko Gravner e Stanko Radikon, fino a raggiungere una compiutezza stilistica di altissimo livello. Da bere e ribere.
Il rosso Quinto Quarto è ottenuto a partire da un uvaggio di Merlot e Cabernet Sauvignon, ed è un vino pensato per l’uso quotidiano.

La vigna viene lavorata in maniera artigianale, non subisce alcun trattamento e viene vendemmiata manualmente.

Nella cantina le fermentazioni avvengono spontaneamente solo grazie all’intervento dei lieviti indigeni.

L’affinamento avviene quindi in contenitori d’acciaio per 12 mesi e il liquido viene imbottigliato senza subire chiarifiche o filtrazioni. Puro succo d’uva!

Il vino Quinto Quarto Rosso irrora il calice con la sua veste rubina di netta intensità. Nettare pensato per la fruizione quotidiana, ne incarna in pieno le caratteristiche di succosità e spensieratezza. Il frutto è giovane e croccante, le spezie appena accennate, mentre appare sullo sfondo una parte vegetale quasi linfatica, che rinfresca sia l’olfatto che l’assaggio.

Grande freschezza e dinamicità in bocca, dove il liquido scorre quasi senza peso, richiamando a gran voce un’ulteriore sorso. Infine il rapporto qualità prezzo è quasi commovente per un vino dotato di un’immensa personalità.

Informazioni aggiuntive

Color

Grey